5 Settembre 2017 – Una delegazione dell’ Aeronautica militare del Marocco –  che nei giorni passati  e stata impegnata con due velivoli Canadair Cl-415 in supporto alle operazioni  antincendio dei Vigili del Fuoco  sopratutto per l’emergenza venutasi a creare in Abruzzo sul monte Morrone ,  ha fatto visita  alla sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile. Visita  che ha consentito alla delegazione di approfondire la conoscenza del nostro Servizio Nazionale e della sua organizzazione,visitando anche i Centri Funzionali ed il Centro Operativo Aereo Unificato dove viene coordinata tutta l’attività e la gestione delle richieste di intervento aereo  per incendio boschivo sul territorio nazionale della flotta aerea dello Stato ed il  Centro Operativo per le Emergenze Marittime,  dove vengono coordinate le attività per gli inquinamenti marini, per la bonifica e recupero relitti, quelle di soccorso marittimo e di protezione civile di unità navali assegnate da altre amministrazioni dello Stato. Successivamente la delegazione marocchina si e spostata all’Aeroporto di Ciampino dove si è svolta una cerimonia di ringraziamento per l’impegno profuso dal team in aiuto al nostro Paese, cerimonia presenziata dal Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, del Ministro dell’Interno Marco Minniti, del Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco Bruno Frattasi e dell’Ambasciatore del Marocco in Italia Hassan Abou Ayoub . Nel corso della cerimonia le Autorità italiane hanno valorizzato l’impegno  profuso della squadra marocchina  rischierata in Italia e composta, in totale, da undici elementi tra piloti e tecnici, seguita dallo scambio dei tradizionali crest istituzionali. La delegazione ha ricambiato con gli emblemi del reparto volo dell’equipaggio che ha operato dal 29 agosto al 4 settembre sugli incendi attivi in Italia.

Ricordiamo che in aiuto all’italia ed attivati da Bruxelles il 28 agosto su richiesta del Governo Italiano sono intervenuti anche due Canadair CL-415 della Sécurité Civile Francese ed il loro supporto.

Mauro Cini

Immancabile foto ricordo al termine del rischieramento presso l’aeroporto di Ciampino(foto Dipartimento Protezione Civile Nazionale)